Olanda: stupravano e iniettavano Hiv a gay velati

Sembra una leggenda metropolitana, ma invece pare che sia tutto vero.

Un gruppo di uomini sieropositivi (tre dice la Reuters o quattro secondo l'agenzia Ap) è stato arrestato dalla polizia olandese a Groningen con l'accusa di violenza e lesioni gravi inflitte con premeditazione.

Le vittime, tutti uomini gay ma con una facciata da eterosessuali, venivano abbordate in chat o attraverso annunci per partecipare a festini a base di sesso; a questo punto venivano drogate e poi stuprate. Per di più - e questo è il particolare raccapricciante e, francamente, inverosimile - i violentatori concludevano il rapimento iniettando nelle vittime il proprio sangue infetto.

Della vicenda sembra che si parlasse già da tempo, ma finora le vittime avevano evitato di denunciare le aggressioni per vergogna. Solo quando uno degli uomini stuprati si è scoperto sieropositivo ha avuto la forza di rivolgersi alla polizia. Ma, secondo la conferenza stampa degli investigatori, la banda di violentatori potrebbe essere anche più ampia di quanto risulti finora. Due degli accusati hanno già confessato.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: