Expo 2015: l'Esposizione Universale di Milano 2015 non è gay friendly

Expo 2015 si apre oggi e certamente non è un'edizione che ha tenuto in considerazione il mondo LGBT, anzi!

Expo 2015 apre oggi i battenti: dopo mesi e mesi di polemiche siamo ai nastri di partenza e solo alla fine potremo fare un bilancio. Intanto, per il mondo queer le cose non vanno certo bene, come ha notato Flavio Romani, presidente dell’Arcigay, a Klaus Davi:

Possiamo dire che questa non sarà una Expo “gay friendly” o che abbia un atteggiamento positivo verso le persone gay, lesbiche e trans, ecco. Certo, ci sono stati incontri con alcuni dirigenti all’indomani della sponsorizzazione con il logo della conferenza omofoba promossa da Maroni ma, nonostante la buona volontà annunciata da Sala, per ora di concreto nulla. Da un certo punto di vista lo capiamo, ci sono state una serie di emergenze, ma da un atro siamo un po’ amareggiati. Sotto certi aspetti è anche scusabile ma il risultato concreto non cambia.

E alla domanda di Klaus Davi: “Secondo il magistrato Nicola Gratteri la ‘ndrangheta è infiltrata nell’Expo. Voi fuori e la ‘ndrangheta dentro?”, tagliente la risposta di Romani:

Noi non siamo potenti come la ‘ndrangheta. È un peccato. Ci tengo a chiarire che avremo un piccolo stand ma ce lo siamo pagati da soli e dei miliardi di soldi pubblici che sono finiti nei vari padiglioni a noi neanche una lira.

Ha sottolineato poi Romani:

Come ammesso dallo stesso Giuseppe Sala [Commissario Unico Delegato del Governo per Expo Milano 2015, ndr], la comunità gay numericamente è fondamentale per l’Expo e, grazie a coinvolgimenti capillari e sistematici, avrebbe potuto arricchire l’evento. Tutte le ricerche di mercato evidenziano come il pubblico LGBT abbia una forte capacità di spesa e sia assolutamente di tendenza nel settore del turismo e del commercio. Ma questo non sembra essere stato minimamente recepito e tradotto in fatti concreti. Al di là delle promesse e degli annunci, nessun segnale è stato dato alla comunità gay italiana e internazionale. Detto questo, l’Expo dura sei mesi, vediamo cosa succederà.

Expo 2015: l'Esposizione Universale di Milano 2015 non è gay friendly

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail