Nicola Zingaretti incontra la comunità gay romana

Ci sono tante domande sulla nascita del Partito Democratico che non trovano risposta. Non perché nessuno non tenti di darne, ma perché risposte logiche ed esaurienti non ce sono. Restano dubbi, critiche, perplessità, tristi certezze, poggiati a squallide dichiarazioni.

Se anche voi, come noi, non vi capacitate di dove sia andata a finire la sinistra italiana, stasera alle 19 c'è un'occasione per guardare questa nuova sinistra dritta negli occhi e porre domande dirette. Se prima vi abbiamo parlato del culo di Luca Zingaretti (che piace tanto ai gay), ora passiamo al fratello (che si dedica altrettanto alla comunità). L'argomento dell'incontro infatti è l'interrogazione parlamentare che Nicola Zingaretti ha presentato (ma quanto si danno da fare questi due fratelli), con il Presidente dell'Intergruppo per i diritti LGBT Michael Cashman, al Parlamento Europeo per chiedere che venga garantita la piena trasposizione della Direttiva 2004/38 sul ricongiungimento familiare. Il testo della direttiva stabilisce che il ricongiungimento debba essere riconosciuto anche alle coppie di fatto e risponde all'esigenza dei

tanti casi di coppie di italiani lesbiche e gay che contraggono Unioni Civili con partner stranieri, che purtroppo in Italia non sono garantite neanche del permesso di soggiorno per il proprio partner. Come la coppia di ragazzi Italo-Zelandese a cui, di recente, dopo aver utilizzato la legge per le unioni civili in Nuova Zelanda, una volta trasferita in Italia, è stato negato il permesso di soggiorno al partner straniero.

Nicola Zingaretti risponderà a gay e lesbiche, a domande sul Partito Democratico. Dove? Al Teatro Belli, in Piazza di Sant'Apollonia 11/a, a Trastevere. Moderatrice: Lucia Annunziata. Un'occasione succulenta per chi ha domande e crede che esista ancora una risposta soddisfacente. Inutile continuare a lamentarsi, senza agire.

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: