I grandi romanzi gay: “Il ragazzo persiano” di Mary Renault, 1972

I romanzi di Mary Renault hanno sempre puntato a dare una lettura chiara e positiva dell’amore omosessuale nell’antichità. Una presa di posizione che ritroviamo intatta ne “Il ragazzo persiano”, scritto nel 1972, ma pubblicato in Italia soltanto nel 1994.

Il ragazzo persiano è sicuramente uno dei romanzi più celebri ed amati della scrittrice britannica Mary Renault. Ambientato nell’antichità, il libro (che lo ricordiamo fa parte di una celebre trilogia) racconta la vita di Bagoa, un giovane di nobili natali, che castrato nell’infanzia e costretto a prostituirsi da un perfido gioielliere, farà innamorare di sé, tra una guerra e l’altra, alcuni degli uomini più potenti del mondo allora conosciuto.

Prima è Dario III di Persia a perdere la testa per il giovane, poi alla sua morte è lo stesso Alessandro Magno ad invaghirsi perdutamente di lui. Accanto all’ imperatore, Bagoa, dopo un primo inevitabile smarrimento, inizia a viaggiare per paesi lontani, seguendo da vicino tutte le campagne del condottiero macedone, testimone di conquiste favolose, intrighi di palazzo ed anche della sua prematura morte avvenuta a soli 33 anni.

La figura di questo giovane bellissimo, pur raccontato dalla Renault in chiave romanzata, non è finzione, ma ha precisi riferimenti nella storia antica come ci viene anche raccontato dallo storico romano Curzio Rufo nelle sue celebri cronache Historiae Alexandri Magni Macedonis.

Mary-Renault-1

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail