I grandi romanzi gay: “Alexis” di Marguerite Yourcenar, 1929

Scritto da una giovanissima Marguerite Yourcenar, “Alexis” rimane ancora oggi uno dei suoi libri più belli e intensi, destinato a lasciare un segno indelebile nel cuore di tutti i suoi lettori.

Alexis o il trattato dalla lotta vana apparve per la prima volta nelle librerie nel lontano 1929. Concepito da Marguerite Yourcenar come un breve ma intenso romanzo epistolare, il libro è incentrato sulla figura di un musicista che in una lunga, commovente lettera rivela alla moglie la propria omosessualità. Un viaggio che attraversa l’anima, mette in luce le costrizioni di una società che condiziona l’individuo, gli blocca la strada verso una più vera e profonda conoscenza di sé, costruendogli tutt’attorno una gabbia che lo schiaccia e soffoca senza alcuna pietà e remissione.

Così l’uomo inizia ogni volta una vana lotta contro la propria natura. Una coercizione che ognuno di noi mette in atto pur di essere accettato, far parte di una società che in verità nega la libertà individuale ed d’espressione. Nonostante sia un romanzo giovanile, scritto quando la Yourcenar aveva appena ventiquattro anni, Alexis rivela fin da subito tutta la forza, lo spessore di un capolavoro che rimane per sempre nel cuore del lettore, affiorando di continuo alla memoria, nutrendo di sé tutte le sue letture future.

marguerite-yourcenar-1

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail