Applausi per Noemi: "Omofobia deviazione del pensiero che nasce da ignoranza"

Noemi a spada tratta contro l'omofobia: dichiarazioni da applaudire

noemi e jax

Noemi è senz'altro un volto noto fra i giovani, e non solo, e dunque queste parole contro l'omofobia non solo fanno onore a lei che le ha pronunciate ma aiutano anche i giovani omosessuali a vivere la loro vita alla luce del sole, forti dell'appoggio di persone che, pur essendo etero, non vogliono avere nulla a che fare con l'ignoranza e il pregiudizio. A parte che le parole di Noemi sono più chiare di quelle di molti politici che si fanno aiutare da ghost writer, direi che è tutto il discorso che va applaudito, perché unisce ragione e sentimento, non è banale né ricco di luoghi comuni: gli omofobi, insomma, non possono far altro che leggerlo e vergognarsi.

Vediamolo subito:

#‎IcoloridellAmore‬. Amare è una cosa splendida. L’amore può e deve prendere tutte le forme che gli si vuol dare, con il solo limite di rispettare chi si ama. Io per esempio amo il mio compagno, ma vorrei poterlo amare anche se io fossi uomo o se lui fosse donna. Tra i miei amici, tra chi lavora con me, tra i miei fan, ci sono persone di qualunque orientamento sessuale: omosessuali, bisessuali, eterosessuali, uomini e donne che sono in transizione o che l’hanno già conclusa. Vorrei che tutti loro potessero amare ed essere amati da chi vogliono a cuor leggero, e che potessero vivere la propria sessualità apertamente e con serenità. Io mi diverto a scherzare sulla voce di un uomo o di una donna (che poi non sapete quante volte avranno detto a me che canto come un uomo…), ma su altre cose scherzo di meno. L’omofobia per esempio va presa sul serio, perché è una deviazione del pensiero che nasce dall’ignoranza e porta solo sofferenza. E indipendentemente da quale sia la nostra identità o il nostro orientamento sessuale, dovremmo combattere il brutto male che è l’omofobia, e impegnarci tutti perché non esistano più giudizi o disparità verso chi DEVE avere il diritto di amare chi vuole ed essere quello che è. Vi auguro una primavera piena d’amore, siamo tutti ‪#‎fioridacciaio‬, abbiamo lo stesso cuore, ma fortunatamente mille forme e colori diversi.

Molti hanno criticato a Noemi il fatto che, durante The Voice 2, si prendesse gioco dei maschi con la voce da donna, o comunque non proprio maschile, ed è per questo che la cantante è intervenuta ("Io mi diverto a scherzare sulla voce..."): sicuramente arriveranno diversi omosessuali a criticare questa presunta incoerenza, ma - come dice lei - un conto è giocare con situazioni comunque strane e un conto è essere omofobi. Brava, Noemi!

  • shares
  • Mail