Leontine Sagan, regista di uno dei primi film a tema lesbico della storia del cinema

A lei il merito di aver portato in anni difficili sia sul grande schermo che a teatro Mädchen in Uniform, un’opera sull’omosessualità femminile. Un film che tra scandali e censure è riuscito a giungere sino a noi, grazie anche all’intervento di Eleanor Roosevelt, allora First Lady d’America.

Leontine Sagan (1889-1974) può essere indubbiamente considerata una delle glorie del cinema austriaco. Ebbe non solo infatti il merito di essere stata una delle prime registe della storia, ma di avere anche affrontato sul grande schermo il tema dell’omosessualità femminile. Mädchen in Uniform, questo il titolo del film tratto dall’omonima opera di Christa Winsloe, venne proiettato infatti non solo in Austria ma anche nella vicina Germania dove il Nazionalsocialismo stava ormai spiccando il volo.

Il film naturalmente dopo le prime proiezioni venne pubblicamente messo al bando dalle autorità tedesche e la regista annusando nell’aria l’arrivo di tempi balordi prese armi e bagagli e si trasferì a Londra. Nella capitale inglese la Sagan portò in teatro la versione di Mädchen in Uniform, dirigendo in uno dei ruoli principali una giovanissima e promettente Jessica Tandy.

Sempre in Inghilterra la regista lavorò con Alexander Korda in diversi progetti cinematografici ma ad un certo punto decise di lasciare definitivamente l’Europa e trasferirsi a vivere in Sud Africa, dove fondò il National Theatre di Johannesburg. Nel frattempo Il suo film più celebre continuava a far parlar di sé e quando sbarcò poi in America solo l’intervento di Eleanor Roosevelt salvò il film dalla censura e dall’oblio eterno.

Leontine Sagan

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail