Mamma arrestata per aver picchiato il figlio "troppo femminile", succede negli USA

Un bimbo picchiato dalla madre perché "troppo femminile": donna arrestata nel Tennessee

bimbo picchiato

Purtroppo siamo costretti a darvi notizie di questo genere: negli USA, precisamente nel Tennessee, una mamma è stata arrestata lo scorso mercoledì per aver picchiato violentemente il figlio. I motivi sono stati accertati dalla polizia, e infatti la donna è finita dietro le sbarre: sono assurdi e decisamente preoccupanti, perché ci fanno capire che pure in un mondo come quello degli USA esistono persone squilibrate; questa donna, pensate, picchiava il figlio perché si comportava in modo "troppo femminile" e quindi pensava che fosse omosessuale.

Si tratta di una vicenda che ci lascia con l'amaro in bocca e che, purtroppo, non è l'unica a caratterizzare la cronaca di quel posto: pare, infatti, che episodi del genere si verifichino spesso a Memphis, la cittadina del Tennessee in cui madre e figlio abitano. A parlarne è stato proprio Will Batts, uno dei membri del centro LGBT della città:

"Tanti bambini e adulti ci raccontano di aver subito violenze fisica da persone che dovrebbero essere le prime a occuparsi di loro. Viviamo con delle regole molto rigide su come la gente dovrebbe agire, vestirsi, parlare o comportarsi, e un tale stato di cose rende la vita sicuramente più complicata".

Il bimbo è stato malmenato violentemente, tanto che gli son rimasti diversi lividi sul volto (e non solo): la speranza è che questa madre si penta di ciò che ha fatto, e non certo per la galera, chieda scusa e inizi una nuova vita assieme a lui.

Via | The Root
Fonte foto | Casertace.net

  • shares
  • Mail