Figli d'arte: Erika Mann, la scrittura e l'antifascismo

Amatissima dal padre e legata da un profondo affetto al fratello Klaus a cui la legava anche l'omosessualità, Erika Mann fu una figura di spicco della cultura della prima metà del Novecento.

Figlia prediletta di Thomas Mann, Erika Mann riuscì a ritagliarsi, nonostante la grande ombra paterna, un ruolo di primo ordine nel mondo della cultura europea. Vivace ed appassionata, temeraria e caparbia, la primogenita del grande scrittore si lanciò con entusiasmo in diverse avventure sia professionali che sentimentali. Una delle prime fu l’apertura, insieme all’ adorato fratello Klaus, di un cabaret politico a Monaco. I suoi testi furono interpretati nientemeno che dalla grande Therese Giehse di cui divenne anche l’amante. Nella sua sete di sapere, la Mann inseguì poi anche il sogno di diventare attrice, dando buone prove del suo talento. Nel 1935 fu però costretta a lasciare la Germania ormai in preda alla raggelante isteria nazista e rifugiarsi a Zurigo.

Qui la giovane riuscì a riaprire il suo celebre cabaret politico che in breve tempo divenne simbolo della resistenza contro il nazismo, punto di ritrovo di tutti gli intellettuali anti-fascisti. Con un gesto di grande solidarietà il poeta omosessuale W.H. Auden accettò di sposarla e garantirle così il passaporto britannico, aprendole una via verso la salvezza. Una volta in Inghilterra la Mann divenne giornalista di guerra ed alla fine del conflitto fu anche una delle poche donne presenti , in qualità di reporter, al celebre processo di Norimberga.

Il suicidio del fratello Klaus nel 1949 la colpì nel profondo e la scrittrice ritornò a vivere con i genitori in Svizzera, diventando di fatto il braccio del destro del padre. La sua consigliera più fidata. Negli ultimi anni di vita Erika Mann si dedicò anima e corpo alla studio e conservazione degli scritti sia del padre che dell’ amatissimo Klauss, dimostrando ancora una volta tutta la sua devozione ai due uomini che più aveva amato nella sua movimentata esistenza.

Nella foto Erika, Klaus (insieme) e Thomas Mann.

thomas-mann-erika-klaus-

  • shares
  • Mail