Il gruppo gay che occupa i posti d'onore in Vaticano

Per la prima volta un gruppo LGBT è stato invitato a sedersi ai posti d'onore durante un'udienza di papa Francesco

Per suor Jeanine Gramick è “un segnale di cambiamento dovuto all’effetto Francesco”. La suora, cofondatrice del New Ways Ministry, gruppo del Maryland – USA – che promuove i diritti delle persone omosessuali di fede cattolica, così commenta il fatto che all’ultima udienza con papa Francesco i cinquanta pellegrini del gruppo sono stati fatti accomodare nei posti d’onore. Secondo lei è un passo avanti da parte del Vaticano nel riconoscere i diritti delle persone LGBT, soprattutto perché finora i membri del New Ways Ministry hanno sì partecipato a udienze papali, ma come tutti gli altri. Mercoledì 18 febbraio scorso, invece, monsignor Georg Gaenswein, prefetto della casa pontificia, li ha fatti accomodare nelle prime file (i posti d’onore). Nulla di più.

Sono stati salutati dal papa come “un gruppo di laici accompagnati da una suora di Loreto”, ma non c’è stato niente da parte di papa Francesco. Ma questo è sufficiente, per il momento, a suor Jeanine e agli altri membri del gruppo per affermare che la chiesa cattolica sta cambiando atteggiamento nei confronti delle persone lesbiche, gay, bisessuali e transessuali.

Certo, di acqua sotto i ponti ne è passata dal 1999 quando la suora era stata aspramente criticata per il suo lavoro con i cattolici omosessuali, tanto che il suo impegno era stato definito “sbagliato e pericoloso” e che avrebbe “provocato confusione tra il popolo cattolico e danneggiato la comunità della Chiesa”. A esprimere un giudizio tagliente era stato il prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, quel Joseph Ratzinger che poi sarebbe salito al soglio pontificio con il nome di Benedetto XVI e che poi avrebbe anche lasciato il papato, lasciando via libera a papa Francesco.

Per suor Jeanine Gramick e i pellegrini del New Ways Ministry, essere stati invitati a sedersi ai primi posti è un passo in avanti e ora spingono per essere inseriti nella lista dei gruppi di pellegrinaggio ufficiali del Vaticano.

New Ways Ministry

Via | The Post Internazionale
Foto | Facebook

  • shares
  • Mail