La Metro di Madrid tiene “sotto controllo speciale” i gay?

Una nota interna della Metro di Madrid sta facendo discutere: si chiede di porre attenzione, tra gli altri, ai gay

A quanto pare c’è una circolare interna della Metro di Madrid che sollecita il personale della security a prestare molta attenzione in determinate stazioni ai musicisti, mendicanti, venditori ambulanti e gay. La storia è venuta alla luce in queste ore e la direzione della Metropolitana di Madrid ha fatto sapere di aver avviato un’indagine interna per capire come sia potuto accadere e di chi siano le responsabilità.

Via Twitter Metro Madrid ha fatto sapere di condannare la circolare e di aver aperto una indagine per fare luce sull’accaduto. La risposa di Metro Madrid è stata fornita a un giornalista, Javier Casal, che chiedeva quale pericolo potessero rappresentare i gay che prendono la metropolitana. Sul piede di guerra anche i vari sindacati, che ritengono gravissimo quanto indicato in questa nota interna che, al momento, è senza un autore ben preciso: tuttavia i sindacati rendono noti che nessuno dei dipendenti della Metro di Madrid ha dato seguito a queste indicazioni.

Dal canto suo, l’associazione COLEGA (Colectivo LGBT de la Comunidad de Madrid) specifica che le norme riguarderebbero in particolare alcune fermate della linea 2 probabilmente

Perché quella linea a volte viene usata da uomini omosessuali e bisessuali per incontri casuali o cruising che dir si voglia.

E poi continua:

Però si dovrebbe tenere sotto sorveglianza ogni tipo di esibizionismo o molestia sessuale, indipendentemente dall’orientamento sessuale di chi lo realizza. Senza ombra di dubbio siamo di fronte a una discriminazione basata esclusivamente sull’orientamento sessuale delle persone.

Metro Madrid - Chueca

Via | Dos Manzanas

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: