Colin Farrell difendeva il fratello gay dai bulli omofobi

L'attore ha sempre supportato l'orientamento sessuale del fratello. E l'ha anche difeso fisicamente...

Colin Farrell ha sempre sostenuto il mondo Lgbt e l'omosessualità del fratello. Recentemente ha anche espresso il proprio supporto al matrimonio gay in Irlanda:

Porto l’Irlanda con me dovunque io vada, e amo profondamente il mio paese. Questo è il mio coming out, diciamo così, e affermo di sostenere questo voto per il matrimonio ugualitario con ogni fibra del mio essere. Se potessi esprimere un desiderio per il mio paese, una terra che amo, abitata da persone che venero, sarebbe che il bullismo diventasse una cosa del passato. Sia gli attacchi a studenti gay – dei quali sono stato testimone in prima persona per via di mio fratello – o altri atti di bullismo contro studenti che fanno parte di una minoranza, sia essa religiosa o di qualunque altro tipo che li separa dalla cosiddetta “normalità”.

Colin Farrell

A confermare il grande supporto alla causa Lgbt di Colin, è stato, nelle scorse ore, anche il fratello Eamon che ha ammesso di aver sempre potuto contare su di lui anche da ragazzi:

Lui ha fatto sempre la parte del fratello maggiore. Odio combattere. Ma Colin lo avrebbe fatto per me. Un giorno un ragazzo, in strada, mi ha urlato "Tu, Farrell fin0cchio!". Colin è andato fuori e lo ha preso a calci. Davvero.

Quando poi lui gli ha rivelato di essere gay, il fratello si è messo a piangere, commosso, felice. Proprio per questo motivo, i fratelli Farrell hanno svolto un ruolo chiave nel sostenere la campagna per l'uguaglianza del matrimonio in Irlanda, dove si terrà un referendum per decidere se permettere i matrimoni omosessuali all'inizio di maggio.

  • shares
  • Mail