Fermate il predicatore Pat Robertson: "Persone gay violentate o confuse da una rivista"

Ecco perché si diventa gay, secondo il predicatore Pat Robertson

Pat Robertson

Iniziate a ridere già da adesso, perché le dichiarazioni del predicatore Pat Robertson sui gay e sulla natura dell'omosessualità vi faranno senz'altro capire quanta disinformazione regni nel mondo e, soprattutto, come questa disinformazione sia sfruttata - anche se non è questo il caso - per lanciare messaggi omofobi e discriminatori: è normale, insomma, che intendere l'omosessualità non come un orientamento ma come qualcosa da cui si può guarire potrebbe spingere la gente a credere che si tratti di una scelta e quindi a condannarla in quanto tale. Ma non voglio distogliervi troppo dalle barzellette del predicatore ultra-conservatore Robertson, a cui è permesso di tenere un programma - 700 Club -, in cui sparare stupidaggini allucinanti su gay e lesbiche.

Un telespettatore ha chiesto aiuto a Robertson, poiché aveva scoperto il figlio in possesso di un giornalino gay:

"È probabile che tuo figlo non si gay - queste, le parole del predicatore -. Sai, un sacco di queste persone cosiddette gay sono sono state violentate e molestate da una qualche figura autoritaria oppure una rivista gay le ha confuse".

Gayburg segnala il video e da questo apprendiamo che, dopo aver dichiarato quanto scritto, Robertson ha invitato il genitore a parlarne con suo figlio, e soprattutto, a non lasciarlo esposto a materiale di quel tipo, perché

"una rivista gay è piena di foto di uomini n*di che fanno s**so tra di loro".

Noi avremmo consigliato al genitore di non invadere la privacy del figlio e di intervenire solo in un secondo momento - come ha fatto questo papà -. ma semplicemente per dargli il suo appoggio e sostegno a vivere una vita che è la sua e di nessun altro: troppo difficile per un predicatore, lo sappiamo.

Via | Politicalblindspot.com

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: