Le vie dell'omofobia. I paesi più omofobi del mondo

Le vie dell'omofobia. I paesi più omofobi del mondo

Si avvicinano le vacanze estive e senza dubbio molti di voi staranno pianificando un viaggio per staccare la spina e rilassarsi completamente, fosse anche per pochi giorni. Dove andrete? Mare? Montagna? Capitali europee? Crociere?

Purtroppo in giro per il mondo ci sono ancora molti luoghi – troppi! – nei quali noi gay non siamo ben accolti. Il sito Reservas Gay ha stilato un itinerario dell’omofobia nel mondo, con i paesi da evitare se non si vogliono problemi.


  • Afghanistan: è considerato uno dei paesi più omofobi del mondo e le relazioni gay sono punite con la morte per lapidazione.

  • Arabia Saudita: qui essere gay è reato e le pene dipendono dal giudice. Si va dal carcere alle multe, dalle percosse all’espulsione se si è stranieri.

  • Città del Vaticano: sebbene qui l’omosessualità non sia punita con castighi fisici, c’è da rammentare che il Vaticano non ha firmato la Dichiarazione dell’ONU per la depenalizzazione dell’omossessualità.

  • Emirati Arabi Uniti: l’omosessualità è un reato punito con il carcere, con multe e deportazione se si è stranieri. È contemplata anche la pena di morte.

  • Iran: i gay sono perseguitati e uccisi con l’impiccagione. Inoltre ricordiamo che il presidente, Mahmud Ahmadinejād, ebbe a dire che da loro non ci sono gay…

  • Mauritania: l’omosessualità è punita con la lapidazione.

  • Nigeria: l’omosessualità viene punita con frustate se si è uomini single, mentre se si è sposati è prevista la prigione o la pena di morte. È prevista anche la condanna con cinque anni di carcere per chiunque sostenga in un modo qualunque le associazioni che sostengono i diritti lgbt. È allo studio, infine, una norma per condannare quanti hanno rapporti – di amicizia o di lavoro – con persone omosessuali.

  • Pakistan: le relazioni omosessuali sono perseguite e punite con frustate e anche con la morte per lapidazione.

  • Russia: a San Pietroburgo, e nelle regioni di Arkhangelsk, Ryazan, Kostroma e Novosibirsk è in vigore una legge che vieta la “propaganda dell’omosessualità” verso i minori.

  • Somalia: le relazioni omosessuali vengono punite o con la prigione o con la pena di morte.

  • Sudan e Sud Sudan: gli omosessuali sono puniti con pene che vanno da centinaia di frustate fino alla lapidazione.

  • Yemen: l’omosessualità è illegale ed è punita con pene come la flagellazione e la morte.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: