Figlio fa coming out, il padre lo minaccia con le forbici e lo caccia di casa

coming out gay Un ragazzo di 25 anni di Catania ha fatto coming out con il padre. Una storia comune che accade spesso nel mondo e non solo nel nostro Paese. Ma questa vicenda è stata raccontata dall'Associazione GayLib proprio per la terribile reazione dell'uomo. Dopo aver dichiarato la sua omosessualità, il padre avrebbe reagito malissimo alla confessione, iniziando ad insultarlo e denigrarlo.

Successivamente, il giovane ha dovuto abbandonare gli studi per lavorare in campagna con il genitore. A GayLib Lucca ha raccontato che dopo l'ennesima discussione, il padre gli ha puntato contro un paio di forbici. A quel punto, è stato poi cacciato di casa, costretto a vivere nella sua macchina, lontano anche dal resto della famiglia, spaventata dall'uomo. E così, disperato, lancia il suo appello:

Mio padre mi ha sbattuto fuori di casa, cerco un lavoro qualsiasi.

GayLib ha reso pubblica la storia e lo ospita:

Con i miei occhi ho potuto constatare che il giovane porta ancora sull'addome i segni di un cacciavite scagliatogli addosso dal padre in un momento di rabbia, gesto che non è stato denunciato per ritrosia del ragazzo, ma che non può e non deve passare sotto traccia. Spero con forza che non si abbassi mai la guardia su un problema serio e preoccupante come l'omofobia. La nostra associazione conta tantissimi casi come quello di Luca. È l'ora della sveglia, o sarà un gioco al massacro.

Via | LiveSicilia

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: