Essere gay nel Sud Italia è più difficile

essere gay al sud Il Rapporto Popolazione omosessuale ha rilasciato i dati del suo studio, intervistando 7725 famiglie italiane distribuite in 600 comuni italiani.

Un approfondimento rispetto all'indagine presentata negli scorsi giorni che dimostra come, al Sud, l'omosessualità pare essere vista meno favorevolmente. Se nel centro Italia il 67% delle persone ritiene accettabile una relazione gay, questa percentuale scende addirittura al 49% nel Sud e nelle Isole. Nel meridione, il 32,3% ritiene immorale essere gay, per il 28,3% è una malattia e il 29,7% pensa che siano addirittura una minaccia alla famiglia (contro il 19,9 del centro)

Se il 43,6% delle persone intervistate in Italia bocciano senza scrupoli il matrimonio gay, al sud questo dato sale fino al 66%.

Via | Corriere

  • shares
  • Mail