Benedice una coppia lesbo: il parroco Wendelin Bucheli è stato licenziato

Si sente anche questo: il parroco Wendelin Bucheli è stato licenziato per aver benedetto una coppia lesbo

Wendelin Bucheli

Il parroco Wendelin Bucheli è stato licenziato per aver benedetto una coppia lesbo: la notizia è stata battuta di recente e non potevamo assolutamente non proporvela. Pensate che quest'uomo di Chiesa non ha celebrato un matrimonio, né ha contraddetto la dottrina cattolica in pubblica piazza; si è semplicemente limitato a benedire una coppia di due donne, e ha dunque assunto lo stesso comportamento di quel Papa Francesco che qualche tempo fa ha incontrato un transessuale: trovate qualcosa di diverso nella sostanza? Chiaramente no.

Peccato che, per aver fatto questo, Wendelin Bucheli, parroco di Bürglen, del Canton Uri della Svizzera, sia stato licenziato: a raccontarlo è stato proprio lui al settimanale svizzero NZZ am Sontag, al quale ha confessato di aver meditato parecchio prima di concedere la benedizione e, soprattutto, di aver parlato con il consiglio parrocchiale, che gli aveva dato il permesso di comportarsi così.

"D'altronde - queste, le parole del parroco Bucheli -, oggi vengono benedetti animali, automobili, persino armi. Perché avrei dovuto dire no a quelle due donne?".

A opporsi al prelato è stato il vescovo Vitus Huonder, che lo ha allontanato dalla sua parrocchia e lo ha inviato a Losanna, quindi in tutt'altra parte della Svizzera: qui a decidere sarà la Conferenza Episcopale Elvetica, che si spera agirà con intelligenza.

Via | Gay.it

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: