I primi coming out del 2015

Diamo uno sguardo ai principali coming out del 2015

Ci soffermiamo, oggi, sui coming out del 2015. Ci riferiamo ai coming out di persone famose o a quei coming out che, per un motivo o per l’altro, hanno fatto parlare un po’ tutti. Scegliamo questi coming out “vip”, non perché siano più importanti di quelli che ha fatto un qualunque ragazzo in famiglia, ma perché essendo di persone famose hanno una maggiore visibilità mediatica e contribuiscono a far vedere che l’omosessualità è del tutto normale: è uno degli orientamenti sessuali che esistono nel mondo.

Il 2015 è iniziato con un coming out che ha fatto parlare molti: don Martin Dolan, sacerdote cattolico, durante la messa ha invitato i fedeli a sostenere il matrimonio ugualitario e ha detto a tutti che anche lui è gay. I suoi parrocchiani gli hanno fatto un’ovazione, ma le polemiche non sono mancate. Purtroppo c’è l’idea sbagliata che i gay non possano vivere castamente per cui si ritiene che se un prete è gay per forza fa sesso (mentre i preti etero non vanno con le donne, no no…).

Dall’Irlanda ci spostiamo in Nigeria dove, con una grande dose di coraggio, lo scrittore Kenny Brandmuse ha parlato del proprio orientamento sessuale: ce ne vuole di coraggio per dire di essere gay in una realtà in cui le persone omosessuali sono, di fatto, perseguitate!

Il coming out dei gemelli Aaron e Austin Rhodes è diventato virale: come ricorderete i due fratelli hanno registrato la telefonata in cui dicevano al loro padre di essere gay e hanno postato il video su YouTube. L’emozione del momento ha avuto la meglio sui due ragazzi che sono scoppiati in lacrime. E non possiamo certo dimenticare la splendida reazione del padre che ha detto che per lui non cambia assolutamente nulla.

È stata poi la volta del Ministro irlandese della Sanità Leo Varadkar: parlando in radio ha detto che non ha nulla da nascondere e per questo motivo ha parlato apertamente del proprio orientamento sessuale.

Ultimo, in ordine di tempo, abbiamo avuto il coming out di Joel Grey – Oscar al miglior attore non protagonista nel 1973 per l'interpretazione in Cabaret – che a quasi 83 anni ha deciso di dire al mondo che è gay.

Il 2015 è iniziato sotto i migliori auspici per la visibilità del mondo LGBT. Speriamo che da questa nostra Italia qualche vip si unisca alla schiera di quanti fanno coming out.

Bandiere gay

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail