Il valore dell’amore: dalla Valle d’Aosta un video contro l’omofobia

È arrivato il momento di dire basta all'omofobia: è una lotta che non riguarda solo le persone LGBT ma anche quelle etero. Così nasce il video “Stop Homophobia” di Samuele Tedesco

Samuele Tedesco, ventunenne attivista per i diritti umani, ha coinvolto persone che potessero unirsi a questa sua prima lotta per il diritto all'uguaglianza in Italia e nel mondo. Ne è nato, così, un questo video che, nelle intenzioni degli ideatori, può dare a chi lo guarda speranza per un mondo migliore. Commenta Samuele Tedesco:

Ci siamo radunati e abbiamo pensato di girare questo spot contro l'omofobia cercando di radunare più gente possibile studenti, commessi, artisti. Inoltre abbiamo coinvolto anche alcuni membri delle istituzioni politiche equilibrando la presenza di entrambe le fazioni. È il primo caso in Italia dove una spinta popolare coinvolge le istituzioni per un messaggio sociale.

I politici che hanno partecipato al video sono (in ordine di apparizione): Emily Rini (Assessore alla cultura e all'istruzione regione Valle d'Aosta), Irene Rovarey (consigliere comunale che ha proposto la mozione per trascrizione matrimoni omosessuali celebrato all'estero), Raimondo Donzel (segretario regionale PD) e Massimo Lattanzi (portavoce regionale di Forza Italia). In ogni caso Samuele Tedesco ha detto a noi di Blogo:

Ci tengo a precisare che questa a iniziativa è nata in modo del tutto spontaneo senza nessun colore politico o religioso. Siamo solo dei semplici ragazzi che in un territorio, particolarmente colmo di pregiudizi, come il nostro, hanno deciso di “metterci la faccia”.

Il valore dell’amore: dalla Valle d’Aosta un video contro l’omofobia

Tutti i protagonisti del video sono eterosessuali e hanno sentito il dovere di parlare a nome e in difesa della comunità LGBT e il video ha ricevuto un grande successo anche grazie a tantissime condivisioni dalla Germania, anche perché Samuele Tedesco nelle riprese si è ispirato all’ iniziativa privata Enough is Enough! Open your Mouth! la cui sede si trova a Berlino, in Germania.

L'omofobia è ovunque, la cattiveria e ovunque. E riguarda tutti noi. Vorresti che la tua famiglia, i tuoi amici, vivessero nella paura costante solo perché amano una donna o un uomo? E se tuo figlio fosse omosessuale? E dovresti proteggerlo dai soprusi che è costretto a vivere ogni giorno? Nessun governo è libero di dirmi chi posso amare. E nessuna persona al mondo mi può giudicare per il mio orientamento sessuale. Io posso amare chi voglio. E anche tu. Tutti hanno il diritto di amare. Tutti!

  • shares
  • Mail