Avvenire: i matrimoni gay sono “sterili”

avvenire contro nozze gay

Meglio attuare politiche a favore delle famiglie 'tradizionali' piuttosto che appoggiare matrimoni gay “sterili”. Ecco il commento del giornale cattolico italiano:

Difendendo il matrimonio eterosessuale, la Chiesa difende non un dogma di fede o un principio della propria dottrina, ma una dimensione del bene umano oggettivo. Il matrimonio eterosessuale non è un'invenzione della Chiesa; è un istituto giuridico, finalizzato a garantire l'ordine delle generazioni, riscontrabile in tutte (ripeto: “tutte”) le culture e in tutti (ripeto: “tutti”) i tempi. Invece di riconoscere il matrimonio gay, naturalmente sterile, la società dovrebbe operare per un efficace sostegno delle famiglie (e in particolare di quelle numerose) e dovrebbe supportare, cosa che fa solo in minima parte, l'impegno delle famiglie a favore dei minori, dei malati, degli anziani.

E non finisce qui...

La funzione del matrimonio è proprio quella di porre un rigoroso ordine sociale nella procreazione, a garanzia delle nuove generazioni. La vera posta in gioco, quando si dibatte sul matrimonio gay, è simbolica, non è giuridica nè sociale; i suoi fautori vorrebbero che il diritto riconoscesse situazioni affettive, di cui nessuno vuole negare l'autenticità “privata”, ma che non hanno però in sé e per sé, alcun rilievo “pubblico”, e questo proprio in un momento storico in cui da parte di tanti ci si batte per allentare ulteriormente i vincoli istituzionali, che nascono dai legami matrimoniali (si pensi al “divorzio breve”, ecc.)

Via | BlitzQuotidiano

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: