Sam Smith ricorda il bullismo di cui era vittima da bambino

Intervista a cuore aperto sulla rivista Rolling Stone

Nell'edizione inglese del magazine Rolling Stone- in uscita venerdì 30 gennaio 2015- sarà possibile leggere un'intervista a Sam Smith. Il cantante inglese ha rivelato alcuni passaggi che gli sono accaduti da ragazzino: si è invaghito di un compagno di classe etero, a scuola, ed è stato anche vittima di bullismo perché gay.

Prese il coraggio e scrisse al ragazzo, più grandi di lui di due anni, una lettera nella quale si dichiarava apertamente. E fu sorpreso in positivo dalla reazione: non fu preso in giro ma ottenne una risposta. Seppur ha ammesso un sentimento non ricambiato, gli ha promesso di difenderlo da eventuali prese in giro da parte di altri compagni di scuola.

Sam Smith In Concert - New York, NY

Poi ha ricordato un ricordo spiacevole di omofobia del quale fu vittima mentre si trovava insieme al padre:

"Ero semplicemente imbarazzato che mio padre avesse dovuto assistere a quella cosa, perché posso solo immaginare come ci si senta come un genitore. Hai voglia di ucciderli. Ero sempre in imbarazzo per le persone intorno a me. In realtà non mi ha mai profondamente colpito in prima persona, sai?"

Un'altra volta, mentre era in giro per Londra, dopo aver fatto coming out, il cantante è stato aggredito da uno sconosciuto, per strada:

"Mi hanno dato un pugno al collo, così, improvvisamente, dal nulla. Non è stata sicuramente una delle cose più facili 8da affrontare)"

  • shares
  • Mail