Nick Jonas: "Non so se mi definirei icona gay"

Il cantante ha parlato (ancora una volta) del suo rapporto con i fan Lgbt

Nick Jonas non ha mai nascosto il proprio sostegno e affetto nei confronti del mondo Lgbt. In una recente apparizione radio, il cantante aveva colto l'occasione per ribadire il concetto:

"Adoro questa cosa. Sono eccitato da ciò. Ho sempre avuto una bella e forte fanbase gay, essendo stato un bambino teatrale... Questo è una comunità che amo e ho abbracciato, e (hanno) mi ha abbracciato. Li amo. Mi supportano moltissimo"

Nelle scorse ore è tornato ancora sull'argomento in un'intervista su Rolling Stone. Prima ha parlato del clamore suscitato dalle foto pubblicate, in intimo, mentre afferra i suoi gioielli di famiglia:

Nick Jonas sulla copertina di Attitude

"Non ne avevo idea. E semplicemente successo e ora ho un sacco di nuovi fan. E' stato piuttosto interessante guardare il tutto mentre accadeva. Ho cavalcato il momento, anche un altro artista maschile [Justin Bieber] ha fatto un servizio fotografico simile a quello"

Partendo da questi scatti e prendendo ad esempio il ruolo nella serie tv Kingdom, l'intervistatore gli domanda come si senta ad essere una sorta di nuova icona gay.

"Non so se necessariamente mi definisco un icona gay. Ma il mio obiettivo nel corso dell'ultimo anno è stato quello di espandere e crescere come persona e come artista: abbracciare i miei fan gay è stata una priorità. Alcuni dei miei amici gay mi hanno ringraziato per questo, è davvero una bella sensazione"

Solo il sottoscritto pensa che sia ormai "troppo semplice" riuscire ad essere etichettati come icone gay? Davvero ormai basta qualche scatto in un locale Lgbt e ribadire, a ripetizione, il proprio sostegno al mondo Lgbt?

  • shares
  • Mail