Frank Thring, il Charles Laughton d'Australia

A teatro Frank Thring si misurò con mostri sacri come Laurence Olivier e Orson Wells, mentre sul grande schermo affiancò divi del calibro di Sofia Loren e Charlton Heston.

Nato ricco, anzi ricchissimo, Frank Thring (1926-1994) non si lasciò impigrire dal patrimonio familiare, ma ancora giovanissimo abbracciò la carriera di attore. Il suo primo grande amore fu il teatro e a Londra dove giunse dalla natia Australia nei primi anni Cinquanta ebbe la sua prima grande consacrazione in Tito Andronico di William Shakespeare, accanto a Laurence Olivier. Seguirono altre importanti interpretazioni sia in Inghilterra che in patria dove la sua popolarità e prestigio raggiunsero l’ acme.

Corteggiato anche dal grande schermo, Frank Thring fu Ponzio Pilato in Ben Hur con Charlton Heston e l’emiro di Valencia in El Cid, dove nei primi anni sessanta trionfava la bellezza bruna e voluttuosa di Sofia Loren. Kolossal internazionali in cui la bravura dell’ attore veniva messo ogni volta a sicuro profitto.

Frank Thring, il Charles Laughton d'Australia

Per quanto riguarda invece la vita privata, dopo un breve matrimonio con la bellissima collega Joan Cunliffe (che sarebbe diventata poi manager di due astri del balletto come Rudolf Nureyev e Margot Fonteyn), Frank Thring non nascose mai la sua omosessualità, creando addirittura il mito di un personaggio dalla lingua tagliente e perennemente avvolto, ciliegina sulla torta, da gramaglie a dir poco "intimidatorie".

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail