Haruki Murakami sostiene il matrimonio gay

Nei romanzi di Haruki Murakami troviamo spesso personaggi LGBT e storie di amore tra persone dello stesso sesso

Haruki Murakami, il più famoso scrittore giapponese dei nostri giorni e sempre favorito nei pronostici per il Premio Nobel per la letteratura (salvo poi non vincerlo mai), rispondendo ad alcune domande dei suoi fan ha dichiarato di essere più che favorevole al matrimonio tra persone dello stesso sesso:

Sostengo il matrimonio tra omosessuali. Ho molti amici e conoscenti gay e diversi di loro sposati e sono felici grazie al fatto che possono sposarsi. Questo è qualcosa di molto buono.

Anche Haruki Murakami ha amici gay! Però c’è una bella differenza tra i suoi amici e quelli di tanti altri vip che dicono di averne: gli amici gay di Murakami sono felici di essere sposati; quelli di tanti vip e politici (soprattutto italiani) invece sembrano vogliano vivere solo una vita di dolori. Sarà che quelli di Murakami sono persone esistenti e gli altri invece si inventano di queste amicizie?

Haruki Murakami

I romanzi di Murakami sono pieni di personaggi LGBT: ricordiamo, per esempio, Oshima, transessuale, nel romanzo Kafka sulla spiaggia o anche la guardia del corpo Tamaru in 1Q84 e nello stesso romanzo la protagonista, Aomane, ha un’esperienza lesbica con Tamaki, sua compagna nell’adolescenza, in una stanza di albergo durante le vacanze. E anche ne L'incolore Tazaki Tsukuru e i suoi anni di pellegrinaggio troviamo una relazione tra persone dello stesso sesso.

Come è noto, il matrimonio tra persone dello stesso sesso non è legale in Giappone, sebbene le leggi riconoscano i matrimoni di stranieri provenienti da luoghi in cui il matrimonio ugualitario è approvato.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail