Hannah Winterbourne è la prima soldatessa trans dell'esercito britannico

La storia e il percorso di Hannah Winterbourne, prima soldatessa trans dell'esercito inglese.

Hannah Winterbourne ha deciso di raccontare la sua storia e il percorso che l'ha portata ad arruolarsi e, successivamente, a seguire la propria strada verso la felicità e la piena consapevolezza di se stessa. Da ragazzo, non ha voluto, giustamente, tradire le sue ambizioni nella carriera ma, poi, ha capito che per sentirsi pienamente in coscienza con se stessa, era necessario riconoscersi nella propria totalità, compreso l'aspetto fisico. Ed ecco la decisione di percorrere il processo di cambio sesso.

Quando era ancora ragazzo è diventato Ufficiale in Afghanistan ma poi, successivamente ad una missione a Camp Bastion, ha deciso di sottoporsi all'operazione che le ha permesso il passaggio di sesso. E lei stessa ha rivelato la difficoltà di portare una maschera di fronte alle persone che aveva intorno, soprattutto in una condizione esasperata e stressante come quella di soldato:

hannah

In Afghanistan ho recitato una parte, per chi mi stava intorno. Non c’era nessun momento in cui potessi allentare la pressione, nessun posto in cui potessi esprimere la mia vera me, e questo mi ha spinto a fare il “coming out”. Sin da piccola mi sono sentita donna. Non vestivo di blu e non giocavo con i camion. Nell’adolescenza capii che ero a tutti gli effetti femmina, ma volevo comunque fare la carriera nell’esercito"

Così, una volta tornata nel North Yorkshire ha iniziato una terapia ormonale e, successivamente, ha affrontato alcune operazioni chirurgiche. Passaggi non facili, non semplici, con incognite continue e timori di essere discriminata o, comunque, non compresa:

Non sai come il mondo reagirà e sei seppellita dalla paura. E’ difficile conquistare una via d’uscita. La terapia e gli interventi hanno cambiato il mio corpo in modo che potessi sentirmi felice. La gente ora mi percepisce come una donna e si rivolge a me come se lo fossi. La cosa mi dà fiducia in me stessa

Fortunatamente, è riuscita a continuare serenamente anche la sua carriera militare a cui tanto aveva aspirato da giovane. E le persone intorno a lei si sono dimostrate intelligenti:

"L’esercito è ritenuto una organizzazione maschile vecchia scuola, invece si è mostrato lungimirante"

Via | Dagospia

  • shares
  • Mail