La Corte Suprema USA deciderà sulle nozze gay

Decisione storica quella della Corte Suprema degli USA: entro giugno si pronuncerà sui matrimoni ugualitari negli Stati Uniti d'America

La Corte Suprema degli Stati Uniti d’America ha reso noto che discuterà del matrimonio tra persone dello stesso sesso nel primo semestre 2015 per emettere una sentenza definitiva: in pratica la Corte Suprema USA deciderà se estendere o meno a tutti gli Stati della federazione il matrimonio ugualitario.

Come nota il portale Articolo 29:

Oggi trentasei Stati su cinquanta ammettono il matrimonio e il 70% dei cittadini americano vivono già su territori che non consentono discriminazione matrimoniale. La Corte deciderà se il matrimonio è un diritto fondamentale aperto anche alle coppie dello stesso sesso, con una risoluzione che potrebbe vincolare gli ultimi quattordici Stati residui.

Il Senato del Minnesota ha approvato in via definitiva il matrimonio gay

Si tratterà di una discussione e di una relativa sentenza molto importante, come si può ben comprendere, che potrebbe far compiere al matrimonio ugualitario un salto da gigante.

Lo scorso anno Edith Windsor, l’attivista gay che ha portato dinanzi alla Corte Suprema il DOMA e l’ha fatto abrogare, aveva detto che, secondo lei, sarebbero stati necessari una decina d’anni prima che i singoli Stati che compongono l’Unione avessero approvato il matrimonio tra persone dello stesso sesso. I tempi, invece, sono stati accelerati e la palla è passata alla Corte Suprema. Non ci resta che attendere, quindi, e vedere come si pronuncerà l’Alta Corte.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: