Gay & the city: le parole che (purtroppo) ti ho detto

Le parole contano. E hanno molta importanza in certi momenti... no?

Quando stai uscendo con qualcuno, la prima o la seconda volta, cerchi sempre di capire un po' di più chi hai di fronte. Lo osservi, con l'aria discreta di un avvoltoio che sorvola la carcassa d'animale morto nel deserto, prima di avventarsi sopra. Una robina discreta così. Cerchi di fare qualche domanda vaga, entrando in discorsi che possano fornirti qualche informazione in più. Tipo: mentre siamo insieme c'è un possibile fidanzato che sta guardando l'orologio e apparecchia il tavolo chiedendosi come mai tu faccia così tardi questa sera dalla palestra? Oppure: sei una persona piena di hobby interessanti che non includono sess0 casuale con dieci persone la sera prima o quella seguente?

amelie-beautiful-funny-sex-Favim.com-431054

Allora cominci a indagare con finta indifferenza. Cerchi di prendere alla lontana la domanda, tentando di non sembrare particolarmente bigotto mentre state disquisendo di sess0. Vuoi chiedere ma senza essere invadente. Punti alla via migliore, più vaga, e solitamente ci riesci così:

"Quindi tu hai già fatto sess0 con più di un'altra persona? Cioè hai fatto anche sess0 a tre?!"

tumblr_m6horvRAeE1rwx83mo1_500

E lo dici con un tono che suona rilassato come chi ha appena scoperto che la sua carta di credito è stata clonata. Ma più inorridito. In realtà non lo vuoi essere, perché, ognuno, nel suo passato, può essere libero di aver avuto qualsiasi sana e lecita esperienza no? Eppure, in quel momento, diventi la reincarnazione in terra di una suora. Ti mancano solo le gote rosse. E a volte le hai pure.

Oppure puoi fare domande sbagliate in altri argomenti, come il lato sentimentale. E' difficile capire e avere informazioni sul passato di una persona che non conosci senza sembrare in una Dursointervista. Ti trovi quindi a chiedere un po' tutto, magari con un delicato:

"Ma tu storie lunghe le hai avute o no?"

47609-whatever-santana-glee-gif-RLsX

Anche qua come sopra. Il senso è diverso, il tono che ti esce è da inquisizione: "Ma hai sempre abbassato le braghe con chi ti capitava, a caso, come in una lotteria umana, oppure sei anche riuscito ad essere più profondo di una pozzanghera, in campo sentimentale?!"

Capita, però, che anche ad altri escano frasi sbagliate nei momenti più cruciali. Tipo a letto. Diciamolo: anche in quel caso le parole sono importanti. Se l'atmosfera si scalda e sei sotto al piumone con una persona mentre ti stai togliendo i vestiti e sorridi con quell'aria impacciata che fa tanto Joey Potter, dall'altra parte ti possono gelare il sangue con un improvviso:

"Vuoi scopare?"

tumblr_lz4sl6JTpX1qio8a9o1_500

Dipende tutto dal momento, dalla situazione, dall'alchimia. Se mi sto togliendo un calzino che sembra particolarmente legato alla caviglia, NON E' il momento giusto. E' una domanda STUPIDA. E' come se, in banca, arrivasse uno con una calza in faccia e una pistola in mano e qualcuno gli chiedesse "Vuoi fare una rapina?". Ma secondo te?!? Vuole forse aprire un conto ma è timido? E' così difficile lasciare che gli eventi procedano come sarà? (magari non nel caso della rapina...). Poi, se uno (a caso...) risponde con un convincente "Beh... insomma.... cioè... dipende... voglio dire... boh... se vuoi... magari... non so... anche no.." la serata è andata a lucciole.

Chiedere a volte è troppo. Dire può essere anche un errore. Può creare imbarazzo. A volte anche divertente, buffo. C'è anche, ad esempio, chi se ne esce fuori con frasi particolarmente "hot" in situazioni che di "hot" non hanno ancora nulla. Magari vi state baciando, sale sdraiato sopra di te (completamente vestiti) e mentre ti bacia l'orecchio, gli sfugge un:

"Sei proprio una tr*ia eh?"

What-Is-Going-On-Selena-Gomez-Gif

Fermi tutti. Rewind. Non stavamo facendo ancora nulla. Cioè potevano mandare in onda la scena alle 21.20 su Canale 5 per quanto l'atmosfera era bollente. Frasi spinte come quelle -o di diversi termini- magari hanno anche un loro perché. In situazioni sensate. Dette così, a freddo, è come se un uomo bacia una donna in discoteca e, sorridendo, le dicesse: "Ti piace la pecorina, eh?".

E anche lui, in quel frangente, si è accorto che non c'entrava nulla, scoppiando a ridere e dicendo qualcosa, tutto d'un fiato, tipo:

"Ommioddioscusanonsoperchéhodettoquellafrasenonavevapropriosensoadesso!"

E allora ridi. Questa volta dall'altra parte e pensi: "Minchi@, per una volta non sono stato io!".

ueURRa8

  • shares
  • Mail