Fermiamo Forza Nuova: manifesti sui muri delle scuole per aiutare i genitori contro i gay

Forza Nuova non si smentisce mai (ed è ancora a piede libero in tutta Italia)

forza nuova

Uno dei pericoli più terrificanti di questo ultimo anno è stata l'irruzione nella scena politica mondiale di movimenti di estrema destra: pensate a quello di Marine Le Pen in Francia oppure alla nostra tanto "cara" Forza Nuova, che è ancora a piede libero, nonostante più volte abbia preso parola contro gli omosessuali, i quali sono cittadini a tutti gli effetti e, stando alla Costituzione, hanno pari dignità dinanzi alla legge rispetto a qualsiasi altro cittadino. Non sorprende un tale stato di cose, purtroppo, perché neanche parlamentari e politici sono stati puniti: figurarsi un movimento che vive di spettri di un passato che in Italia non può e non deve tornare.

Noi siamo qui, nonostante tutto, a contestare questi comportamenti e la stessa presenza di Forza Nuova nel clima politico italiano: a Palermo, i militanti hanno affisso sui muri di alcune scuole dei manifesti che invitavano i genitori a segnalare al loro numero verde episodi di diffusione della "propaganda omosessualista" nelle scuole dei figli.

Al momento, i manifesti sono stati affissi sui muri di varie scuole - vale a dire gli istituti "Giovanni XIII", "A. Gentili", "Pecoraro" e "Capuana" -, ma i militanti promettono di voler sporcare - il termine è nostro, ovviamente - quelli di tutti gli istituti di istruzione primaria e secondaria. Ecco quanto si legge, per la precisione, sul sito ufficiale del movimento:

"La facilità con cui vengono accettati, autorizzati ed imposti seminari, interventi o proposte (dis)educative legati alla propaganda ed assimilazione, fin dai primi anni di scolarità, della teoria gender e dell'omosessualismo è allarmante. Saremo in grado di intervenire tempestivamente per denunciare le iniziative anche prima che possano svolgersi impunemente, approfittando di un silenzio complice".

In Italia succede anche questo: lasciamo a voi i commenti.

Via | Gayburg

  • shares
  • Mail