Roy Halston, dai pill-box di Jacqueline Kennedy ai look da discoteca

Halston

Acclamato un tempo da Newsweek come il primo stilista di moda di tutta l’America, Halston divenne in realtà celeberrimo in tutto il mondo quando Jackie Kennedy sfoggiò uno dei suoi cappelli (il famoso pill-box hat) il giorno dell’insediamento del marito alla Casa Bianca. Una carriera quella di Halston davvero inarrestabile che lo vide trionfare per tutti gli anni sessanta e settanta. Il suo talento aveva del resto catturato l’attenzione di attrici esigentissime come Lauren Bacall o Gene Tierney o quella delle ricche, capricciose signore del jet set internazionale che quotidianamente affollavano il suo atelier di New York.

Le sue irresistibile creazioni “disco” lo rilanciarono poi clamorosamente negli anni settanta, ma il successo, le tante collezioni da seguire (non delegava mai ad altri la creazione dei suoi capi) e l’inevitabile stress che un tale divorante impegno comportava, lo portarono ben presto sull’orlo di un gravissimo esaurimento nervoso. Allontanato nel 1984 dalla compagnia che portava il suo nome, con il divieto assoluto di firmare altre collezioni, lo stilista continuò tuttavia a disegnare abiti per gli amici di sempre come Liza Minnelli o Martha Graham fino alla morte, avvenuta per Aids a San Francisco nell'ormai lontano 1990.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: