I grandi romanzi gay: Un altro mondo di James Baldwin, 1962

Come La camera di Giovanni, "Un altro mondo", terzo romanzo di James Baldwin, affronta temi spinosi come la bisessualità, il razzismo ed i rapporti interrazziali. Pagine che non si dimenticano facilmente.

"Un altro mondo" venne pubblicato per la prima volta in Italia nel 1963 da Feltrinelli. James Baldwin, l' autore, era all’apice del suo successo di scrittore. Al suo attivo un romanzo come La camera di Giovanni in cui l’omosessualità era già stata affrontata con quella determinazione che contraddistingueva Baldwin, un uomo che non amava certo nascondersi dietro paraventi o mezze soluzioni.

Un altro mondo esplora ancora una volta temi allora tabù come il razzismo, la bisessualità e le difficoltà dei rapporti interrazziali. Al centro del romanzo la figura di Rufus Scott, un musicista jazz di colore che anche dopo il suo suicidio (si lancerà nel vuoto) resterà il vero protagonista del libro.

james-baldwin

La sua personalità complessa e mossa verrà via via alla luce attraverso i suoi amori bisessuali, i suoi amici, le sue articolate relazioni con la vita. Un mosaico dai ricchi contrasti, dove luce ed oscurità si confrontano, lottano e si fondono in un disegno che pagina dopo pagina arpiona il cuore del lettore, lasciando di sé un ricordo-ferita indelebile.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail