I Soliti Idioti: "Non volevamo essere pro o contro gay, ma solo far ridere. Il Gay Pride? Non ha senso"

i soliti idioti parlano di gay

I Soliti Idioti entrano in merito alle critiche ricevute per le imitazioni e le macchiette dei gay durante Sanremo 2012. E spiegano il loro punto di vista:

"Le polemiche sulla nostra presunta avversione per gli omosessuali le abbiamo trovate ridicole. Ci sono entrare da un orecchio e uscite dall’altro. Noi non volevamo fare una cosa pro o contro, volevamo solo far ridere. All’estero nessuno sta a vedere se te la prendi con i gay o con gli etero, si può scherzare su tutto. Perché in Italia no?"

I due si dichiarano favorevoli alle unioni e adozioni gay. Ma non trovano un vero senso al Gay Pride:

"Che senso ha il Gay Pride se essere gay è una cosa normale? Bisognerebbe celebrare la normalità di essere gay, non la diversità. Perché non c’è un Etero Pride? Se ci fosse, ci andrei"

Infine, forse gli omosessuali potrebbero essere anche grati a loro due:

"A modo nostro abbiamo sdoganato l’omosessualità in Rai. I gay che hanno chiesto le nostre scuse, come ha fatto la Cei con Celentano, si sono comportati come i bigotti che li condannano"

A voi i commenti...

Via | Panorama
Fonte Foto | TM News

  • shares
  • Mail
31 commenti Aggiorna
Ordina: