Napoli, coppia gay aggredita con un pugno per un bacio

Un solo bacio e un momento intimo tra due persone dello stesso sesso fa scattare una reazione violenta da parte di uno sconosciuto

Una coppia gay è stata aggredita a Napoli da una persona che si trovava vicino a loro e ha assistito ad un gesto di tenerezza tra i due. Un abbraccio, un bacio e la violenza scatta immediata. La notizia sconvolge come sempre e diventa simbolo di follia e omofobia in un 2014 che ancora non riesce ad essere teatro di integrazione civile. Un 31enne è intervenuto per fermare la violenza e chiamare i soccorsi. Proprio lui racconta ciò che ha visto:

"Si trovavano a pochi passi da Port’Alba, stretti in un abbraccio e mentre si stavano baciando sono stati aggrediti da un giovane. I ragazzi si sono avvicinati a me per chiedere aiuto, uno di loro aveva il volto livido ed è stato medicato al Vecchio Pellegrini con due punti di sutura al labbro"

omofobia brasile

E' accaduto in Piazza Dante, poco prima delle 22 di sera. Secondo quanto rivelato, i due si stavano baciando, abbracciando e questo gesto ha provocato la reazione inspiegabile e ignorante dell'altra persone che passava, per caso, in zona. Non appena visto l'atto di tenerezza tra i due li ha dapprima insultati e poi è passato alla violenza vera e propria, sferrando un pugno ad uno dei due, in pieno volto. Pino De Stasio, consigliere della II Municipalità con delega alle pari opportunità, ha commentato così la notizia:

"I ragazzi aggrediti erano sotto choc ma so che sono intenzionati a denunciare il gravissimo fatto accaduto, sono sconvolto per questo atto omofobo avvenuto a ridosso della giornata contro il femminicidio e ciò conferma che a Napoli bisogna fare ancora tanti passi avanti e bisogna ancora lottare per una cultura che contempli i diritti Lgbt"

Via | Il Mattino

  • shares
  • Mail