Candy Darling, la musa di Andy Warhol

Fu musa di Andy Warhol che la volle per Flesh e della rock band The Velvet Underground capitanata da Lou Reed che le dedicò Candy says e Walk on the wild side. Una carriera la sua breve, ma che sotto diversi profili ha lasciato una traccia indelebile nella storia sia del cinema che della nostra società.

L' incontro di Candy Darling con Andy Warhol avvenne in un club di New York nel 1967. Una serata che segnò la nascita di un' amicizia ed una collaborazione importante che avrebbe portato alla giovane Candy Darling il successo.

In un'epoca in cui la transessualità era ancora un grosso tabù, l' attrice, registrata all'anagrafe con il nome di James Slattery, riuscì a lavorare in film noti e di cassetta come Una squillo per l' ispettore Klute accanto a due divi di Hollywwod della statura di Jane Fonda (che vinse il suo primo Oscar proprio grazie a questo ruolo) e Donald Sutherland ed in Mortadella al fianco di un mostro sacro del nostro cinema come Sophia Loren.

candy-darling-1

Tuttavia il nome di Candy Darling è indissolubilmente legato al padre del Pop Art ed al suo variatissimo entourage. Insieme a lui girò prima Flesh, poi Women in revolt, dove la regia venne affidata da Warhol (questa volta in veste di produttore) a Paul Morrissey. Purtroppo la vita e la carriera dell'attrice ebbero vita breve. Nel marzo del 1974, un linfoma la stroncò a soli 29 anni.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail