Ian Thorpe si vergogna di non aver fatto coming out prima

Il coming out di Ian Thorpe è stato tormentato e continua a essere tormentata anche la sua vita dopo aver detto pubblicamente di essere gay

Ian Thorpe
Ian Thorpe
Ian Thorpe
Ian Thorpe
Ian Thorpe
Ian Thorpe
Ian Thorpe
Ian Thorpe
Ian Thorpe
Ian Thorpe
Ian Thorpe
Ian Thorpe
Ian Thorpe
Ian Thorpe
Ian Thorpe

Ian Thorpe, ex nuotatore e cinque volte campione olimpico, è stato nominato come lo sportivo più influente d’Australia al gran galà di del Premio GQ di Sidney. E con questa investitura afferma di “provare vergogna per non aver fatto coming out prima” come anche di “aver negato la propria omosessualità per tanti, lunghi anni”. Ha affermato il campione:

Mi vergogno di questa situazione, mi vergogno di non aver avuto il coraggio e la forza necessaria per parlare apertamente della mio orientamento sessuale e per non aver avuto la forza di rompere la gran bugia su chi fossi veramente.

Nel corso di un’intervista televisiva che è andata in onda in questi giorni, inoltre, ha confessato di non sentirsi a proprio agio nell’essere visto come un idolo da parte dei più giovani e, soprattutto, da parte dei vari componenti del mondo lesbico, gay, bisessuale e transessuale:

L’idea che dei giovani mi cerchino, che mi seguano per quello che faccio e che dico, è sempre stata qualcosa di strano per me.

Ian Thorpe

E poi ha continuato:

Non mi sono mai considerato come un modello da seguire, nemmeno per me stesso, e a volte ho preso decisioni sbagliate, ma è confortante e lusinghiero vedere che le persone si preoccupano per me.

Ricordiamo che Ian Thorpe ha fatto coming out lo scorso luglio, rispondendo a una domanda diretta del giornalista Michael Parkinson: "Hai sempre detto di non essere gay... è tutto vero?". Ha aggiunto Thorpe: “Ero depresso perché negavo al mondo la mia vera natura”.

Via | Ragap

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail