I film LGBT della storia del cinema: Boys don't cry, 1999

Un film capolavoro diretto da Kimberly Peirce ed interpretato da una straordinaria Hilary Swank che per questo ruolo vincerà meritatamente l' Oscar come migliore attrice protagonista.

Tratto da una vicenda realmente accaduta, Boys don't cry è la storia di Brandon Teena, un giovane transgender, nato donna, che, dopo svariate vicissitudini, cerca di ripartire da zero in una piccola ed ottusa cittadina del Nebraska. Nonostante l'ambiente chiuso e retrivo, il ragazzo (interpretato da una indimenticabile Hilary Swank) riesce a diventare amico di Candance e far anche breccia nel cuore di Lana, ma John e Tom, due balordi del luogo con precedenti penali lo tengono d'occhio, pur intrattenendo con lui un rapporto d'amicizia fatto di uscite serali, piccole bravate e chiassose bevute al bar.

Tuttavia quando il giovane viene fermato per guida spericolata e poi arrestato dalla polizia, il passato e l' identità femminile di Brandon vengono svelati, aprendo di fatto le porta alla tragedia. Al massacro. In una sequenza altamente drammatica, il ragazzo viene prima sequestrato e violentato, poi brutalmente ucciso insieme all' amica Candance dai due ex amici. Una carneficina da cui si salva Lana che alla fine del film, dopo aver vegliato la sua salma tutta notte, lascerà la città, portando con sé la toccante lettera di Brandon.

Boys_Don't_Cry_(film)

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail