Ab?-Nuw?s, cantore dell' amore omosessuale nella letteratura araba

I suoi versi celebravano l'amore omosessuale, le sue parole argute e sinuose evocavano piaceri carnali di una Baghdad da Mille ed una notte

“Muoio per amor suo, perfetto in tutto... “ i versi dell' antico poeta arabo Ab?-Nuw?s, uno dei più amati e celebri del mondo islamico, ci rivelano come il sentimento omosessuale (che appare spesso e volentieri anche nelle Mille ed una notte) fosse nell' antichità fonte di ispirazione. Un tema che intrigava e solleticava i poveri come i potenti, i califfi come i facchini. La fama di di questo grande poeta, nato in Persia da padre arabo e madre persiana, portò questo genere di poesia a livelli altissimi. Impensabili.

Versi in cui sembrano cadere tutte le inibizioni, dove le parole, sempre suggestive e sinuose, creano situazioni argute e pepatissime. Con la sua ineffabile penna Ab?-Nuw?s ci mostra una Baghdad splendida e corrusca, sensuale e peccaminosa, dove l' amore omosessuale si offre al nostro sguardo nella sua accezione più calda ed avvolgente. Un' omosessualità che l' amata schiava Janan gli chiederà più volte , ma invano di abbandonare.

Abu_Nuwas

Tuttavia verso gli ultimi anni di vita, Ab?-Nuw?s, carico di anni e saggezza, adotterà (questo secondo almeno alcune biografie) un comportamento più pio e devoto, dedicandosi, con rinnovato vigore ed interesse, agli studi religiosi.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail