L'accettazione dell'omosessualità è cresciuta negli ultimi venti anni

Anche se le notizie di discriminazione sono all'ordine del giorno, guardando ai dati nel lungo periodo si nota come l'omosessualità sia sempre più accettata a livello globale

Bandiera rainbow

Nonostante le notizie di stampo omofobico continuino a giungere senza sosta ogni giorno (basti pensare, per esempio, a quell’insegnante umbro che non solo ha sostenuto che l’omosessualità fosse una malattia ma ha anche picchiato un alunno di quattordici anni perché gay) sembra che, in linea generale, il mondo sia sempre più un luogo migliore per le persone lesbiche, gay, bisessuali e transessuali. E se questo può sembrarci strano perché sono tantissime le notizie negative che giungono, non dimentichiamo quello che dice il proverbio: Fa più rumore un albero che cade che una foresta che cresce.

A verificare questi passi in avanti, lenti ma inesorabili, sono stati i ricercatori dell’Università di Chicago e dell’Istituto Williams che hanno evidenziato come l’accettazione dell’omosessualità è cresciuta del 90% negli ultimi venti anni. Il che vuol dire una crescita media annuale dello 0,9% per nazione.

Andrew Park, Direttore dei Programmi Internazionali dell’Istituto Williams, ha così commentato i dati:

Lo studio mostra una chiara tendenza verso l’aumento della crescita nei confronti delle persone lesbiche, gay, bisessuali e transessuali in tutto il mondo.

Lo studio dell’Università di Chicago e dell’Istituto Williams hanno preso in esame centinaia di studi sulla posizione delle persone nei confronti delle persone LGBT in oltre cinquantadue paesi dal 1981. Un lavoro minuzioso e articolato che mostra come non si debba mai perdere la speranza e che, effettivamente, le cose cambieranno. Anzi, stanno già cambiando.

Via | Ragap

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail