Sarkozy abrogherebbe i matrimoni gay, l'omosessuale fa comodo in campagna elettorale

Quando si torna alla campagna elettorale, gli omosessuali fanno sempre comodo, vero Sarkozy?

Nicolas Sarkozy è stato un personaggio politico di spicco per molto tempo: una persona che non mi è mai parsa affidabile, e che non ha fatto poi molto per cambiare la sua reputazione in tutto il mondo, né tantomeno stimabile rispetto alla causa gay, e la valutazione di un politico va fatta anche - per non dire soprattutto - in riferimento a ciò che fa per le minoranze e per i problemi sociali; voglio dire, la crisi economica è un problema urgente che acuisce la crisi sociale, ma non per questo tutto ciò che non è economico per sua natura può essere insabbiato. Parentesi a parte, veniamo a quanto si sta scrivendo nel Web nelle ultime ore.

La campagna elettorale di Sarkozy è iniziata da un po' e, invece di pensare a questioni davvero serie, il politico ha pensato bene di promettere - almeno così ha fatto intendere - di cambiare la legge Taubira, norma che di fatto introduce il matrimonio paritario. Questa non è più omofobia, ma follia: una crisi che sta attanagliando tutta l'Europa e che vede fuori, e neanche tanto, soltanto la Germania e pochi altri, spinge il signor Sarkozy a occuparsi di una questione già dibattuta e già risolta. A che punto si arriva pur di raccattare qualche voto dai cattolici, ammesso che anche loro non siano stufi di sentir parlare di matrimoni gay e così via!

Ma la cosa più sconvolgente è che Sarkozy sta pensando di fare propaganda a tutela dei minori: pensa di intervenire per difendere i bambini dalla "minaccia omosessuale" e di tutelare, così, il progetto "famiglia" a trecentosessanta gradi. Dichiarazioni del genere si sentono anche qui in Italia, con tutti (o quasi) che credono che le adozioni gay siano ingiuste e tanto altro ancora: premesso che fior fior di studi hanno dimostrato il contrario, e che io stesso comunque non sono proprio d'accordo con il concetto di pretendere un figlio a tutti i costi, a prescindere che la coppia sia gay o meno, si può sapere perché se si parla di matrimonio si arriva a parlare di conseguenza anche di figli? Insomma, uno vorrà sposarsi senza dover per forza pensare ad avere un bambino?

Via | France24.com

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: