Putin personaggio dell'anno secondo The Advocate, magazine gay

Punti personaggio dell'anno, ma niente è come sembra

putin

Conosciamo tutti Vladimir Putin e conosciamo tutti The Advocate, magazine gay di una certa importanza che ha recentemente scritto un articolo in cui premia il leader russo, uno dei peggiori degli ultimi anni, lui e i suoi amichetti, come personaggio più importante del 2014. Pensate che sia tutto uno scherzo, vero? Stavolta avete ragione: il magazine, infatti, ha assegnato questo premio al politico solo e soltanto per prenderlo in giro e sottolineare quanto male abbia fatto agli omosessuali del suo Paese.

Non abbiamo certo bisogno di ricordarvi che l'amico di Berlusconi, oggi alla ricerca di nuovi consensi e quindi improvvisamente aperto ai matrimoni gay, è il cancro per la causa gay: osannato da Salvini e da Buonanno, politici che purtroppo rappresentano l'Italia anche nel Parlamento europeo, Putin ha firmato la legge contro la propaganda omosessuale ed è diventato - scrive The Advocate - "la più grande minaccia alla comunità LGBT al mondo nel 2014", non senza scatenare in molti altri leader politici rigetto e disgusto.

Lui continua a sostenere che è amico di molti gay e che la Russia non è omofoba: peccato che un sondaggio abbia dimostrato che gran parte dei russi non vorrebbe un vicino omosessuale e che il signor Putin non abbia alzato un dito contro gli attacchi e le aggressioni nel suo Paese. Una vergogna di leader, insomma, che solo quelli come lui possono supportare. Complimenti a The Advocate per la mossa!

Via | The Advocate

  • shares
  • Mail