Robbie Manson, campione olimpico nel canottaggio, ha fatto coming out

Un altro coming out dal mondo dello sport: il vogatore Robbie Manson si è dichiarato gay

Il vogatore neozelandese Robbie Manson, campione olimpico, ha decido di parlare pubblicamente del proprio orientamento sessuale e di fare coming out. In un lungo articolo pubblicato su Outsports, Robbie Manson si sofferma su tutto il cammino compiuto per giungere a questo passo e di come temesse che la sua carriera potesse essere finita:

Ho seriamente pensato che non avrei più potuto remare se qualcuno avesse scoperto che ero gay. Il pensiero di dichiararmi appariva così terrificante.

Robbie Manson

Se Robbie Manson ha fatto ora coming out apertamente, aveva già compiuto un altro passo importante, parlando senza remore con i suoi amici e compagni di squadra prima delle Olimpiadi di Londra del 2012. Nel corso di questi due anni in cui alcuni sapevano della sua omosessualità, afferma di aver

imparato molto su me stesso e ciò che significa essere gay, e anche ciò che significa essere gay in un ambiente sportivo competitivo. Ed è stato tutto estremamente positivo.

Si sofferma anche sul concetto di diversità Robbie Manson e afferma sì di essere diverso da molti altri, ma questa è una realtà molto positiva:

Penso che essere gay mi renda interessante ed è un qualcosa che mi rende diverso in modo positivo. Ho imparato che sono molto più forte più forte e più resistente di quanto pensassi e che le altre persone sono più accoglienti di quanto non mi aspettassi.

Infine, come spesso accade, Robbie Manson si augura che la sua sincerità possa essere di aiuto per quanti vivono con difficoltà il proprio orientamento sessuale, nella speranza che altri sportivi seguano il suo esempio, perché

non solo va bene essere gay, ma che è una cosa buona e che non cambia chi sei o quali sono i tuoi limiti. Alla fine della giornata è solo una delle tante cose che mi definiscono come persona.

Via | Gayburg

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail