Vitaly Milonov vorrebbe bandire Tim Cook dalla Russia

Potevamo aspettarci qualcosa di meglio da lui?

Vitaly Milonov è uno dei membri del consiglio comunale di San Pietroburgo e tra coloro che si è battuto con maggiore forza possibile per rendere attiva la legge contro la propaganda omosessuale in Russia. Omofobo convinto, non potevamo sicuramente aspettarci una sua dichiarazione positiva dopo il coming out, avvenuto nelle scorse ore, di Tim Cook.

Nonostante non abbia mai negato la mia sessualità, non l'ho neanche mai pubblicamente riconosciuta, finora. Quindi sarà chiaro: sono orgoglioso di essere gay, e lo considero uno dei doni più grandi che Dio mi abbia dato. Non mi considero un attivista, ma capisco quanto beneficio abbia ottenuto dal sacrificio degli altri. Quindi se sentire che il CEO di Apple è gay può aiutare qualcuno ad accettare chi egli o ella è, o dare conforto a chi si sente solo, o ispirare persone nell'insistere sulla loro uguaglianza, allora vale la pena barattare la mia privacy.

vitaly milonov

Se il mondo ha applaudito alla sua rivelazione pubblica, apprezzando la sincerità di un rumour che spesso aveva accompagnato la sua vita privata, dalla Russia "con amore" non arriva proprio nulla. Anzi. A parlare è stato proprio Milonov che non ha perso occasione attaccarlo e, insieme a lui, tutta la comunità Lgbt. Lui vorrebbe addirittura vietare l'ingresso dell'uomo nel Paese:

Che cosa potrebbe portarci? Il virus Ebola, AIDS, la gonorrea? Tutti hanno legami sconvenienti laggiù

Ma siamo certi che il signor Cook se ne farebbe anche una ragione di un possibile viaggio negato nel Paese...

  • shares
  • Mail