Daniel Radcliffe sul coming out: "I genitori che ti amano lo faranno anche se sei gay"

L'attore risponde alla domanda di un giovane fan

Daniel Radcliffe si è messo a disposizione in una sorta di chat con i suoi fan, curiosi di sapere qualcosa in più del loro idolo, indimenticabile protagonista della serie cinematografica incentrata sulla vita del giovane maghetto Harry Potter.

Tra gli interventi, anche quello di un ragazzo omosessuale, logorato dall'idea di dover fare coming out con i genitori e preoccupato che la loro reazione possa essere quella di vergogna o addirittura sofferta.

'Sono 21 e gay, i miei amici lo sanno, ma ho il terrore di dirlo ai miei genitori. I miei amici intimi lo sanno, ma ho il terrore di raccontarlo ai miei genitori. Devo tenerlo per me o, se devo dirlo loro, come mi consiglieresti di farlo?"

Daniel-Radcliffe

Una domanda sicuramente non semplice per l'attore che ammette subito di non avere sufficienti elementi per poter dare il giusto consiglio all'ammiratore.

"Ok amico. Mi dispiace molto, questa non è una domanda per me. Non posso darti consigli su questo. Non conosco i tuoi genitori ... Io non conosco la situazione"

Del resto, come potrebbero reagire non è tra le conoscenze di Radcliffe che, però, ammette di essere dell'idea che rivelare la propria omosessualità ai cari non sia affatto un errore:

"Direi che a lungo andare questa cosa dovrebbero saperla e che comunque avra a che fare con questo argomento, in ogni caso, prima o poi. E se sono i tuoi genitori ti mano quindi non preoccuparti. Spero che vada bene per te come suggerimento, ma forse dovresti parlare con altre persone che conoscono meglio i tuoi genitori caratterialmente '.

  • shares
  • Mail