Renata Polverini: "Il modello tedesco ha delle punte forse troppo espansive"

La deputata parla dell'apertura dei diritti Lgbt. E di qualche "apertura" forse di troppo...

Pochi giorni fa vi abbiamo riportato le parole di Renata Polverini, ospite del programma L'aria che tira. In merito alla trascrizione delle nozze gay celebrate all'estero, da parte di Ignazio Marino, si era espressa così:

"Io in tempi non sospetti ho comunque già detto che il paese è sicuramente pronto, Non credo e no sono convinta dei matrimoni omosessuale ma penso che ci sia la necessità di normare le coppie di fatto. Renzi fa gli appelli al Paese ma dovrebbe farlo all'interno del suo Partito ma lo deve dire a Marino. Lui ha creato una frattura, è il sindaco di Roma che, invece di occuparsi dei problemi di Roma, si occupa di questioni..."

polverini

Nelle scorse ore, invece, in un'intervista a Repubblica, parla di Forza Italia come di un Partito Liberale e non perde occasione per riflettere sulla linea politica di Matteo Renzi:

Cominciamo col dire che ormai non si capisce se è Renzi che copia il programma di Berlusconi o se nel nuovo contesto Berlusconi sta trovando terreno fertile per le sue idee liberali. Fi nasce come forza liberale, Berlusconi non cambia dunque idea, torna a essere quello della prima ora, solo che ora non si preoccupa più degli estremismi che provenivano magari dagli ex An

Sul modello tedesco da cui prenderebbe ispirazione la legge italiana sulle unioni civili gay, Renata Polverini ha qualche dubbio. Soprattutto in alcuni punti che non la convincono particolarmente. Il motivo? Troppo "aperti".

"Io penso che il modello tedesco abbia delle punte forse troppo espansive, diciamo così, rispetto a quel che penso io e tanti nostri elettori. Vengono riconosciuti anche alle coppie omosessuali gli stessi diritti, compresi la pensione di reversibilità e l'affido del figlio di uno dei due. Ecco, per me è un passaggio un po' estremo. Per fortuna il nostro presidente dice che è un punto di partenza. Spero, come altri miei colleghi, che si possa votare in libertà di coscienza".

Pensione di reversibilità e affido dei figli a uno dei due è un passaggio un po' estremo? Ed esattamente, eliminando possibili diritti, di che apertura si parla? Teorica?

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: