Russia, coppia gay percorre 4000 miglia per potersi sposare

Amore letteralmente senza confini per i protagonisti di questa storia

E' noto a tutti l'alto livello di omofobia e discriminazioni presente in Russia dove vige addirittura una legge contro la propaganda gay: sono vietate qualsiasi effusioni tra persone dello stesso sesso o prese di posizione a favore dei diritti Lgbt, sopratutto se pubblicamente. Niente argomenti a favore degli omosessuali né in tv né sul piccolo o grande schermo. E' un tabù e sono numerose anche le azioni violente nei confronti dei gay con vere e propri raid e pestaggi.

Anche per i due protagonisti di questa storia la situazione nella terra di Putin è stata difficile da sopportare e tollerare. Andrew Nassonov ed Igor hanno iniziato la loro relazione in Russia, in segreto, e sono stati soggetti di discriminazioni e attacchi. Ad esempio, durante una manifestazione contro l'omofobia, Andrew è stato prima colpito con palle di neve e poi selvaggiamente pestato da alcune persone che si sono radunate intorno al corteo a favore dei diritti Lgbt.

I due sono poi volata in America e sono riusciti a sposarsi a Washington:

andrew

"Ci siamo conosciuti quasi quattro anni e mezzo fa e subito ci siamo innamorati. Da allora non abbiamo solo sognato di vivere insieme, ma anche di diventare una vera famiglia. Oggi possiamo finalmente dire: Noi - una famiglia! Un anno fa non potevamo nemmeno immaginare quello che la nostra vita sarebbe stata: andare in America e sposarci. Ma oggi, questa è la nostra realtà"

In seguito alle ultime violenze subite, la coppia ha deciso di andare in un luogo che promuovesse la libertà individuale, la tolleranza e l'uguaglianza. Arrivati nel mese di luglio, gli è stato concesso asilo politico e ora possono vivere tranquillamente il loro amore. Di coppia. Sposata.

Foto | Facebook
Fonte | GayStarNews

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: