Vladimir Luxuria difende il suo incontro con Berlusconi a proposito delle unioni civili gay

”Era mio dovere andare a spiegare e sentire, quando ho saputo che Berlusconi vuole aprire a posizioni più liberal”: così sostiene Vladimir Luxuria

Parla a cuore aperto Vladimir Luxuria nel videoforum di Repubblica condotto da Giulia Santerini a proposito della sua recente visita a Silvio Berlusconi e al celeberrimo selfie postato online. Afferma Luxuria:

Sono andata a cena da Berlusconi, perché vuoi o non vuoi, ti piaccia o non ti piaccia, è considerato ancora oggi come il leader del maggior partito di centrodestra. E se io sento che Berlusconi cambia idea su queste questioni e vuole ritornare a una Forza Italia un po’ più libera rispetto al Partito della libertà io credo che sia quasi un mio dovere andare lì e a sentire.

vladimir luxuria con berlusconi e francesca pascale

Vladimir Luxuria sostiene anche di aver perso amicizie a seguito di questo incontro con Berlusconi: e poco male, dice, per le amicizie online che sono quello che sono, ma il terminare di amicizie con persone che si conoscono da anni nella vita reale fanno male. Comunque Vladimir va dritta per la sua strada:

Se io so che non tutto il Partito Democratico voterà a favore in maniera compatta alle unioni civili alla tedesca perché c’è anche una parte che riguarda le adozioni, credo che sia giusto interpellare, come compensazione, anche qualcuno dalla mentalità più aperta all’interno di Forza Italia che può, anche attraverso il suo voto, fare in modo che questa legge venga approvata.

E poi nota

Non è uno scandalo. A New York se non votavano anche i repubblicani non ci sarebbe stato il matrimonio per tutti.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: