Pink! La cucina in rosa: ricette per godersi la vita

La cucina, in fondo, è gioia e Peter Norman ce lo mostra con ricette buonissime e foto di splendidi modelli

torta_rainbow

Se volete godere con tutti e cinque i sensi, questo è il libro che fa per voi. Si intitola Pink! La cucina in rosa/em> ed è scritto da Peter Norman, chef e foodstylist che vive a Stoccolma con il suo compagno Peter.

La vista è il primo dei sensi che sarà stimolato da questo libro: è, infatti, una pubblicazione ricca di foto e di bei modelli. Sì, perché l'autore non si limita a presentare ricette, ma racconta anche di luoghi e di maschietti di quei luoghi. Le foto di Mickael Strinnhed ben invitano ad assaporare le ricette (e non solo!). Entra, poi, in gioco il gusto: essendo un libro di cucina, va da sé che il gusto sia stimolato; ma è titillato anche da ricette particolarissime che fanno venire l'acquolina solo a leggerle. L'olfatto, poi, esulta, sia per l'odore buono dei libri, sia per gli aromi che Peter Norman fa proprio sentire. La carta del libro - lucida, bella, ricca - appaga il tatto, nell'attesa di sporcarsi le mani in cucina e pasticciare un po'. E l'udito? Quello verrà solleticato quando preparerete al vostro partner una delle leccornie qui descritte e sentirete il suo barbarico yawp sul tetto del mondo (ognuno interpreti lo yawp come meglio preferisce...).

Peter Norman, Pink! La cucina in rosa

Tre sono i modi in cui potrete leggere questo libro:


  • per chi ama viaggiare, consiglio di partire dai luoghi che più gli piacciono fra quelli presenti nel testo e andare avanti così, compiendo una sorta di itinerario del gusto;

  • per chi ama le ricette in sé, consiglio di gettarsi a capo fitto nell'indice e lasciarsi guidare dalle sensazioni che esse evocano;

  • per chi ama i bei ragazzi, il consiglio è quello di lasciarsi attirare dai modelli presenti nel libro e seguirli, quasi a mo' di percorso gastrerotico.

Io ho scelto di partire dalle foto dei ragazzi: ma sono indeciso se scegliere quella di pagina 47 in cui un modello italiano offre al suo amico uno sfilatino (con pomodori e olive...) o dai due scultorei spagnoli di pagina 108-109.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail