Una mamma dell'Agedo su Raiuno a parlare di coming out


Stamani mi è capitato di vedere un pezzetto di tv seria, poco urlata e onesta anche su un canale Rai. A Unomattina In Famiglia si parlava del mancato coming out di Lucio Dalla e di tutte le polemiche che ne sono seguite; ma senza chiacchierare tanto del cantautore bolognese, quanto, piuttosto, parlando del significato di un coming out (hanno detto proprio così!, sembra incredibile) da parte di un personaggio famoso.

C'era anche una mamma dell'Agedo, che è riuscita a spiegare le difficoltà che sua figlia ha dovuto superare a scuola, anche prima che in famiglia sapessero che è lesbica. Imma Battaglia ha ribadito a un Mughini più composto del solito che essere gay, nel mondo normale, non è per niente semplice.

Ho apprezzato in particolare una riflessione della conduttrice Miriam Leone: per una persone qualunque, estranea al mondo dello spettacolo, essere "discreti" sulla propria omosessualità è davvero una libera scelta del singolo o non è piuttosto un obbligo sociale imposto e subito per il quieto vivere? Ecco, questo è davvero l'interrogativo che dovrebbero porsi tutti quelli che elogiano la discrezione e biasimano l'"ostentazione".

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: