Cinque libri sul coming out

Il coming out è trattato in diversi libri: ecco cinque proposte di lettura scelte da noi di Queerblog

I libri, si sa, sono amici cari, anche se in Italia sembra che si legga sempre meno: cambiare la tendenza dipende solo da noi. E magari ne potremmo approfittare in questa Giornata del coming out per leggere alcuni libri che parlano proprio del fatto di “dichiararsi”. Alcuni sono testi di esperienze, altri di consigli, altri ancora racconti: leggere, in ogni caso, fa sempre bene!

E poi un libro sul coming out potrebbe essere un buon modo per fare coming out “indirettamente”: ne regalate uno ai vostri genitori o amici o a chi volete e così potete intavolare la discussione.

Libri rainbow


  1. Le cose cambiano. Storie di coming out, conflitti, amori e amicizie che salvano la vita (ISBN 2013): Nel 2010, dopo alcuni suicidi di ragazzi omosessuali vittime delle prese in giro dei loro coetanei, lo scrittore e attivista Dan Savage e suo marito Terry Miller hanno caricato su YouTube un messaggio diretto agli adolescenti che subivano bullismo e discriminazioni a scuola o in famiglia: "Quando avevamo la vostra età" raccontano "è stata dura anche per noi essere gay in mezzo a persone che non ci capivano, ma se oggi potessimo parlare ai quindicenni che eravamo gli diremmo di resistere, perché presto andrà tutto meglio, troveranno degli amici fantastici, troveranno l'amore e un giorno avranno una vita molto più felice di quanto immaginano". È stata la prima di migliaia di testimonianze che hanno dato vita a un sito e a una fenomenale campagna sul web, chiamata It Gets Better. Nel 2013 il progetto è sbarcato anche in Italia, con il nome "Le Cose Cambiano". Dall'esperienza e dal successo dell'iniziativa ha preso forma questo libro, che raccoglie i racconti e le testimonianze più belli provenienti dal progetto italiano e da quello americano. Un archivio di buoni consigli, episodi tristi e divertenti e storie a lieto fine, che unisce le parole di personaggi famosi e persone comuni, scrittori, musicisti, attori, comici, studenti, insegnanti, avvocati, attivisti, omosessuali ed eterosessuali, transessuali e queer. Per ricordare a tutti i ragazzi LGBT che stanno affrontando un momento difficile o fanno fatica a immaginare come sarà il loro futuro, che non sono soli, e che le cose presto cambieranno...

  2. Paola e Giovanni Dall’Orto, Mamma, papà: devo dirvi una cosa. Come vivere serenamente l'omosessualità. Scritto da una madre e da suo figlio (Sonda 2012): Omosessuali non si nasce. E nemmeno si diventa. Omosessuali si è. Riconoscere e accettare questa identità risulta difficile, in famiglia e in una società a cui bisogna dimostrare che l'omosessualità non è una malattia da cui si può guarire o la scelta dovuta al capriccio di una moda. L'ignoranza e i pregiudizi duri a morire fanno sì che essere omosessuali sia ancora causa di emarginazione, disprezzo e fonte di sofferenza. Paola e Giovanni Dall'Orto, madre e figlio, hanno scritto questo manuale a quattro mani esaminando tutti gli aspetti con cui deve confrontarsi un giovane gay (o lesbica) alle prese con la propria omosessualità: dall'accettazione di sé a quella in famiglia; dal rapporto con amici e conoscenti alla reazione della "società"; dal coming out alla scoperta degli ambienti gay; dalle prime esperienze con l'amore a quelle con la sessualità. Attraverso la propria esperienza personale, con un approccio diretto adatto sia ai giovani che alle loro famiglie, gli autori guidano i lettori nell'affrontare l'omosessualità con serenità e rispetto, fornendo numerosi consigli e riportando le testimonianze di chi ci è passato in prima persona (come Alex Grisafi, giovanissimo cofondatore del gruppo giovanile di omosessuali più numeroso d'Italia). Perché prima si arriva ad accettare la propria identità omosessuale, meglio è.

  3. Pupa Pippia, Coming out. Venticinque storie per uscire dall'armadio (Nutrimenti 2010): Che tu sia una frizzante quindicenne stregata da una compagna di scuola durante l'occupazione o una rampante donna in carriera che teme i colleghi d'ufficio; un timido e cicciottello ragazzino di periferia o un affermato e un po' depresso professore universitario; un figlio di papa, un'insegnante di yoga, una motociclista arrabbiato o una madre di famiglia: non fa alcuna differenza. Quando si decide di uscire allo scoperto - dall'armadio, direbbero gli inglesi - tutto vacilla, le sicurezze crollano, le gambe tremano e la lingua s'incarta, fino a pronunciare incerta le parole "sono gay". Pupa Pippia, da dietro il bancone del suo locale gay friendly, di confessioni ne ha raccolte parecchie; sfoghi, storie di coming out coraggiosi, imbarazzanti, a volte del tutto involontari. E adesso, con leggerezza e una costante vena ironica, le restituisce attraverso questi racconti, che parlano a ragazzi e ragazze alle prese con il loro 'mostro', ma anche a genitori di fronte a una realtà che non sanno come affrontare, a chi ha paura, a chi prova vergogna, a chi nasconde la testa sotto la sabbia, a chi non riesce proprio a capire.

  4. Roberto Proia, Come non detto. Il manuale del perfetto coming out (Sonzogno 2010): Perché dirlo? Quando dirlo? Come dirlo? Dove dirlo? A chi dirlo? A chi non dirlo? A partire dalla propria esperienza personale, l'autore ha raccolto testimonianze, suggerimenti, tecniche di sopravvivenza e allenamenti mirati per chi ha deciso (e per chi non ancora) di fare il grande passo. Oltre a essere un prezioso libretto di istruzioni per l'uso, questo manuale è un vero e proprio compagno di viaggio e di avventure che ha molto da raccontare. In queste pagine troverete un po' di tutto: dai tips & tricks ai racconti di coming out celebri, dalle citazioni che possono essere d'ispirazione ai piccoli esercizi spirituali per prepararsi serenamente al G-Day, al debutto gay in società. E non mancano ovviamente i consigli per gli etero destinatari della confessione (amici, genitori, coniugi). L'autore - che è anche produttore e sceneggiatore della commedia cinematografica ispirata a questo libro - ci mostra con tanti esempi che il coming out può essere perfino divertente.

  5. Flavio Mazzini, E adesso chi lo dice a mamma? Gli omosessuali e il coming out: racconti e confessioni (Castelvecchi 2006): Molti fatti di cronaca anche recenti riportano a una domanda: se si è gay, è più giusto dirlo o non dirlo? A volte si è condizionati dalla timidezza, dall'educazione, dalla religione o dalla paura di essere soli, costretti sempre ad affinare l'ingegno per risolvere "quel problema in più". Tra incomprensioni, senso di colpa e amore verso i propri genitori (e nonni), i gay, le lesbiche e i transessuali che qui si raccontano con passione e ironia dimostrano come l'unica risposta consista nel coraggio di fare la propria scelta: "Sì o no, dipende solo da noi...".

  • shares
  • Mail