Il maschilismo e l'omofobia della Manif pour tous

Una riflessione a margine della manifestazione della Manif pour tous tenutasi ieri in Francia

Se sono due papà, chi lava i piatti? È questo uno degli slogan che si potevano leggere su un sarcastico cartello della contromanifestazione LGBT che si è tenuta ieri in Francia, in risposta alla manifestazione di Manif pour tous, in piazza per (continuare a) dire no alle famiglie composte da persone dello stesso sesso.

Il fatto è che la Manif pour tous è un gruppo che concentra i suoi sforzi nel combattere l’uguaglianza e questo si traduce in una ripetizione all’infinito dei cliché che la società ha stabilito come validi e che invece studi recenti mostrano essere fonte di infelicità nelle coppie: come vi abbiamo detto, uno studio polacco (ma non è l’unico) ha messo in evidenza come spesso le coppie gay siano più felici di quelle eterosessuali perché in esse non vi è la classica divisione dei compiti in casa maschile-femminile. E come esempio lo studio riportava il fatto che nelle coppie formate da persone dello stesso sesso non ci sono incarichi fissi tra chi lava i piatti e chi va a buttare l’immondizia.

La manifestazione francese contro il matrimonio gay degenera in violenza

La Manif pour tous, invece, al di là del cartello sarcastico, mostra di vivere ben ancorata a ruoli che, sinceramente, non c’entrano un bel niente con l’essere una famiglia felice: come ben sappiamo in una famiglia l’importante è amarsi, non chi lava i piatti. Noi lo sappiamo, moltissime famiglie eterosessuali lo sanno, ma quelli di Manif pour tous (e molti altri gruppi loro assimilabili) non lo sanno affatto.

Dicevamo che la Manif pour tous combatte l’uguaglianza: ricordiamo che oltre a essere contrari al matrimonio tra persone dello stesso sesso (che in Francia è realtà), sono contrari alla gestazione surrogata (a cui sempre più spesso accedono le coppie gay francesi) e alla procreazione medicalmente assistita (a cui fanno ricordo molte coppie lesbiche). Giusto per non farsi mancare nulla, sono anche contro l’uguaglianza tra maschietti e femminucce nelle scuole.

Via | Ragap

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail