Torna la trans Rosalinda Spint in Scende giù per Toledo

Da anni sto cercando questo romanzo, da quando per la precisione morì Giuseppe Patroni Griffi e mi trovai a leggere un bell'articolo su Pride che rievocava i due romanzi "gay" del regista teatrale napoletano: "La morte della bellezza" e, appunto, "Scende giù per Toledo".

Mentre il primo testo, pur con qualche difficoltà, venne fuori dal fondo di qualche libreria, grazie anche a un amico premuroso, il secondo romanzo - pubblicato per l'ultima volta da Garzanti - era davvero introvabile; e col passare del tempo mi arresi e in qualche modo rinunciai a trovarlo, salvo sbirciare ogni tanto sulle bancarelle di libri vecchi e usati.

Adesso, sempre leggendo Pride ma nella versione online, trovo un bell'articolo di Francesco Gnerre che dà la lieta notizia: l'editore Bcd ha finalmente deciso di stampare una nuova edizione di "Scende giù per Toledo".

Finalmente potrò leggere la storia della travestita Rosalinda Sprint, femminiello che sogna l'Amore, ma troppo spesso trova umiliazioni e violenze, in una Napoli attraversata da altri femminielli dai nomi evocativi e rigorosamente pronunciati alla napoletana: Marlene Dietrich, Camomilla Schultz, Maria Stuarda, Sayonara, Rossicago, MariaCallàs.

Quelli che lo hanno letto ne parlano con interesse e passione; qualcuno di voi, per caso, lo ha già letto?

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: